BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Obbligazioni alto rendimento e azioni 2013 consigli gestori per guadagnare il 6%

Investire per guadagnare? Meglio puntare su azioni e obbligazioni



In un momento in cui i titoli di Stato dei paesi più avanzati, come Stati Uniti e Germania in testa, offrono cedole inferiori al tasso di inflazione, secondo quanto riportato da alcuni esperti su CorrierEconomia, meglio scegliere azioni e obbligazioni.

Secondo Paola Toschi, market strategist di JPMorgan am, “Un aspetto molto importante nella costruzione di un portafoglio sono i trend di lungo periodo. La scelta di classi di investimento che hanno una possibilità strutturale di realizzare performance positive permette a chi investe di non lasciarsi troppo condizionare dall’emotività, dai flussi quotidiani delle notizie, e da tutti quei fattori di breve periodo che danneggiano decisioni consapevoli”.

Toschi puntualizza poi: “Il rendimento attuale dell’indice Cembi delle obbligazioni societarie dei paesi emergenti indica una cedola superiore al 5%, l’indice JPMorgan dei titoli governativi emergenti in valuta locale mostra un rendimento del 5,9%, mentre il Barclays corporate high yield index, il paniere globale delle società ad alto rendimento (e alto rischio) mostra una remunerazione del 6,5%.

E’ verso queste tipologie di obbligazioni che conviene puntare oggi, in un portafoglio globale a reddito fisso. Senza trascurare, per un risparmiatore italiano, la componente dei Btp, che continua a offrire una buona cedola, sebbene a fronte di una volatilità molto superiore a quella del passato”.

Favorevole anche l’investimento nell’azionario, capace di offrire  rendimenti ottimi soprattutto se si guarda al Vecchio Continente. Il rendimento atteso per il 2013 dalle borse europee, misurato dal rapporto che mette al numeratore il totale degli utili societari e al denominatore la loro capitalizzazione è pari al 9%.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il