BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Precari scuola: contratti non prolungati al contrario di quelli statali e pubblica amministrazione

Precari di scuola e università fuori dalle tutele del governo: la situazione



Mentre il nuovo governo ha stabilito per 115mila precari della pubblica amministrazione un’ulteriore proroga dei contratti in scadenza al prossimo 31 dicembre, stabilita con il decreto di venerdì scorso, 17 maggio, approvato dal Consiglio dei Ministri, lo stesso che ha disposto anche il rinvio del pagamento della prima rata dell’Imu per le prime abitazioni al prossimo settembre, e il rifinanziamento della Cig per un miliardo di euro, nulla di fatto, invece, per i precari del mondo della scuola.

I sindacati tempo fa avevano chiesto un intervento rapido e urgente per prorogare i contratti in scadenza dei lavoratori precari della pubblica amministrazione che rischiavano da fine luglio di rimanere senza lavoro.

Secondo la Cgil, si trattava di 280.000 persone, esclusi i dipendenti della scuola, ma compresi i consulenti. La buona notizia per i dipendenti delle P.A. è arrivata, anche se si stratta solo di una proroga di poco più di 6 mesi, fino alla fine del 2013, ma delusa è la scuola.

E sono oltre 200mila i precari della scuola e delle università, il doppio rispetto a quello degli altri enti. L’Aran (l'agenzia nazionale del pubblico impiego) stima che i dipendenti statali con un inquadramento flessibile oggi sono in totale circa 317mila e, tra questi, ben 203mila operano nell'università e nella scuola. Sono loro gli esclusi dalle tutele del governo.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il