BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni anzianità: modifiche con Letta e Ministro Giovannini

Novità pensioni: cosa potrebbe cambiare



Cambierà di nuovo il sistema previdenziale italiano e, secondo quanto annunciato dal neo ministro Giovannini, le modifiche alla riforma entrata in vigore a gennaio 2013, si concentreranno essenzialmente sull’uscita anticipata dal lavoro e quindi sulla cosiddetta pensione anticipata.

Il ministro ha annunciato che la riforma delle pensioni sarà modificata rendendo più flessibile l'età di uscita dal lavoro con riduzioni però negli assegni finali. Propone, inoltre, di abbassare gli attuali requisiti per la pensione anticipata o concedere l'uscita in cambio del calcolo dell'assegno con il sistema totalmente contributivo, che per un’uscita anticipata prevederebbe penalizzazioni per il lavoratore.

Il ministro ha annunciato che la riforma delle pensioni sarà modificata rendendo più flessibile l'età di uscita dal lavoro con riduzioni però negli assegni finali.

Secondo Cesare Damiano, deputato Democratico, presidente della Commissione Lavoro di Montecitorio, “La riforma del ministro Fornero va corretta. Se si vuole fare un intervento strutturale, oltre al rifinanziamento del Fondo per allargare la platea dei 130 mila lavoratori salvaguardati, è necessario introdurre un criterio di flessibilità nel sistema”.

E ritiene positiva la proposta del ministro Giovannini che va in questa direzione: “Come Partito democratico, abbiamo presentato già nella scorsa legislatura una proposta di legge che prevede l’accesso alla pensione in una età compresa tra i 62 e i 70 anni per coloro che hanno maturato 35 anni di contributi.

In questa proposta abbiamo anche introdotto una logica di premio-penalizzazione a seconda dell’età di pensionamento. Una leggera penalizzazione dell’assegno pensionistico è prevista fino all’età di 65 anni.

Questa soluzione potrebbe rappresentare una risposta ai problemi dei lavoratori rimasti senza reddito a seguito della abolizione delle pensioni di anzianità operata dalla riforma Fornero”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il