BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Imu: chi deve pagare la prima rata e chi no

Chi paga l’Imu a giugno e come fare: gli esclusi



Proprietari di prime abitazioni, di unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa adibite ad abitazione principale e relative pertinenze dei soci assegnatari, alloggi regolarmente assegnati dagli Istituti autonomi per le case popolari (Iacp), e di fabbricati rurali: sono coloro appartenenti a queste categorie di proprietari di immobili che non dovranno più pagare la prima Imu a giugno, congelata per decisione del Consiglio dei Ministri tenutosi venerdì scorso, 17 maggio, e rimandata ora a settembre o al massimo ad ottobre.

La sospensione riguarda anche, come accennato, fabbricati rurali e terreni agricoli, che nel 2012 che hanno prodotto nel loro complesso una quota non troppo elevata. La sospensione dei pagamenti di giugno sembra poter essere la premessa per una revisione al ribasso dell’imposta, che già si è rivelata nella sua applicazione concreta molto meno dura di quanto temuto.

Dovranno, invece, pagarla come inizialmente stabilito entro il termine del 16 giugno i proprietari di seconde abitazioni, ville, abitazioni di lusso, palazzi di interesse storico o artistico, e castelli.

Per questi immobili, per calcolare quanto pagare di Imu, si parte dalla rendita catastale, rivalutata del cinque per cento e si moltiplica per il coefficiente relativo alla categoria dell’immobile in esame.

Poi bisogna applicare l’aliquota, stabilita dai diversi Comuni, alla base imponibile ottenuta, togliendo poi le detrazioni previste. Per pagare la tassa sugli immobili anche quest’anno ci si potrà servire del modello F24 o del bollettino postale.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il