BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Imu: istruzioni su come si deve pagare

Cosa cambia per pagamento Imu e come fare



Il governo ha approvato la sospensione del pagamento Imu a giugno per le prime abitazioni e relative pertinenze e gli immobili rurali, per cui ora tale pagamento viene prorogato dal 16 giugno al 16 settembre.

Se, infatti, entro il 31 agosto il governo Letta non avrà realizzato una riforma della tassa sui patrimoni immobiliari, l’Imu sarà pagata entro il 16 settembre 2013 ed entro tale scadenza dovranno pagare la tassa sugli immobili i coniugi con residenze diverse, che si intendono abitazioni principali; anziani e disabili ricoverati in via permanente e residenti in un istituto di cura; e case all’estero, cioè i proprietari iscritti all’anagrafe degli italiani residenti all’estero (Aire) che non pagano l’Imu a giugno sempre che i Comuni abbiano equiparato tali case all’abitazione principale.

La sospensione riguarda anche fabbricati rurali e terreni agricoli. Per calcolare l’Imu si parte dalla rendita catastale, rivalutata del cinque per cento e si moltiplica per il coefficiente relativo alla categoria dell’immobile in esame.

Poi bisogna applicare l’aliquota, stabilita dai diversi Comuni, alla base imponibile ottenuta, togliendo poi le detrazioni previste. Per pagare la tassa sugli immobili anche quest’anno ci si potrà servire del modello F24 o del bollettino postale.

L’imposta, invece, dovrà essere regolarmente pagate entro giugno i proprietari di seconde abitazioni, ville, castelli, abitazioni di lusso, palazzi di interesse storico o artistico.

In Italia sono meno di 100mila i possessori di fabbricati di pregio intendendo per tali palazzi, castelli, case signorili, ecc. Si tratta in sostanza delle case in cui il possessore e la sua famiglia hanno la residenza e la dimora, comprese le pertinenze, accatastate nelle categorie: A/1 (abitazioni di tipo signorile), A/8 (abitazioni in ville)e A/9 (castelli e palazzi).

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il