BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Legge elettorale: modifiche minime entro l'estate ma sempre con il Porcellum

Modifiche al Porcellum entro l’estate: il piano del premier Letta



Dare il via ad una lavoro di riforma complessiva per il sistema elettorale e tornare a votare con una nuova legge che, promette Letta, “non deriverà in alcun modo dal Porcellum”.

Dunque, correzione del Porcellum entro l'estate e via al percorso delle riforme costituzionali, che si chiuderà in ogni caso con un referendum confermativo: inizia così il cammino del nuovo governo che dovrebbe portare ad archiviare l’attuale legge elettorale e a ‘modernizzare’ la parte seconda della Costituzione.

Il premier Letta ha comunicato poi “Sto pensando, d’intesa con il Colle, a un mini-aggiustamento del Porcellum da fare entro il 31 luglio”. La legge elettorale va subito modificata, entro l'estate, per evitare che si possa andare a votare con l'attuale porcellum.

Letta non è entrato nel merito di come e cosa sarà riformato, probabilmente con un disegno di legge governativo, ma ha confermato che entro il 31 luglio dovrebbe arrivare il via libera, in Camera e Senato, al ddl costituzionale sulle riforme istituzionali e sulla modifica minima del Porcellum. E il premier Letta ha precisato: “Sul successo delle riforme costituzionali si gioca la vita del governo e della legislatura”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il