Auto sempre connesse con Cloud Computing Windows Azure e QorosQloud

QorosQloud: nuovo servizio ‘nuvola’ per auto. Come funziona e servizi offerti



Si chiama QorosQloud, il nuovissimo sistema di infotainment per auto sviluppato dalla Casa in collaborazione con Microsoft, basato sulla piattaforma cloud Windows Azure, e che offrirà funzioni avanzate di navigazione, verifica dello stato del veicolo e condivisione delle informazioni.

QorosQloud per la prima volta porta sull’automobile i servizi della nuvola informatica, sarà disponibile sulla berlina Qoros venduta in Europa già a partire dall’estate e permette di conoscere il traffico in tempo reale, accedere ai social network e prenotare i tagliandi online.

Grazie alla piattaforma Windows Azure, infatti, il QorosQloud può anche accedere alle informazioni sugli orari dei centri di assistenza e sulla manutenzione programmata.

Per la gestione di tutte le funzioni, il guidatore potrà contare su un display touch screen da 8”, offerto nella dotazione di serie. Lo schermo touch screen capacitivo da otto pollici, attraverso il quale è fruibile il servizio QorosQloud, occupa una posizione centrale nella console centrale e l’interfaccia è stata progettata e sviluppata concentrandosi principalmente sulle modalità di gestione delle informazioni sul display.

Per la fruizione dei servizi si possono usare smartphone, tablet, PC e Mac presenti a bordo. Oltre a funzionare come un normale navigatore il sistema QorosQloud permette di ricevere in tempo reale le informazioni sul traffico, con report sugli incidenti, rallentamenti e calcolo del tempo di percorrenza reale.

QorosQloud, complessivamente, permette di accedere a 30 diversi servizi, e oltre ai citati navigatore, informazioni sul traffico, messaggi relativi allo stato della vettura e segnalazione degli interventi di manutenzione, permette anche di accedere ai principali social network.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini pubblicato il