BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Imu: rata sospesa e decreto Luglio. Novità e come potrebbe cambiare tassa case e capannoni

Pagamento giugno congelato. Chi deve comunque pagare e cosa potrà cambiare dopo l’estate



Ha ricevuto il via libera dal CdM il congelamento del pagamento Imu a giugno per le prime abitazioni e relative pertinenze, per i terreni e gli immobili rurali, per cui è scattata la proroga dal 16 giugno al 16 settembre.

Il congelamento stabilito è preliminare alla riforma vera e propria dell’imposizione sugli immobili che dovrà essere portata a termine entro il 31 agosto e che porterà modifiche anche alla tassazione sul reddito d’impresa prevedendo forme di deducibilità dell’Imu su capannoni o fabbricati industriali.

Nella nuova disciplina sarà compreso anche il tributo comunale sui rifiuti e sui servizi. Se entro il 31 agosto non verrà adottata una riforma complessiva della tassazione sulla casa si tornerà a pagare. 

 L’imposta, invece, dovrà essere regolarmente pagate entro giugno dai proprietari di seconde abitazioni, ville, castelli, abitazioni di lusso, palazzi di interesse storico o artistico. Esclusi dalla sospensione del pagamento della rata di giugno anche capannoni, uffici e negozi.

Così, tutti quegli imprenditori che speravano di vedere sospesa per giugno la prima rata dell’Imu sui cosiddetti immobili strumentali sono stati delusi. La sospensione dei pagamenti di giugno sembra, però, poter essere la premessa per una revisione al ribasso dell’imposta e probabilmente novità in merito arriveranno con un nuovo decreto a luglio.

Per capire quanto bisognerà pagare di Imu, bisogna considerare la rendita catastale, rivalutata del cinque per cento e moltiplicare per il coefficiente relativo alla categoria dell’immobile in esame.

Poi bisogna applicare l’aliquota, stabilita dai diversi Comuni, alla base imponibile ottenuta, sottraendo le detrazioni previste. Per pagare la tassa sugli immobili anche quest’anno ci si potrà servire del modello F24 o del bollettino postale.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il