BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Deficit, Ue chiusura procedura Italia ma con raccomandazioni

Chiusa la procedura di infrazione contro il deficit eccessivo per l'Italia ma raccomandazioni



La Commissione Ue proporrà ai Paesi di chiudere la procedura di deficit eccessivo raccomandando all'Italia di andare avanti sulla strada del risanamento dei conti pubblici.

Con il suo via libera alla chiusura della procedura per deficit eccessivo, che dovrebbe essere confermato dal collegio dei commissari mercoledì prossimo, Bruxelles certificherà che il programma d'azione messo in campo dal governo permetterà all'Italia di mantenere al di sotto della soglia del 3% nel rapporto deficit-Pil sia quest'anno e sia nel 2014.

Il documento di Bruxelles contiene anche le 'raccomandazioni' Ue che dovrebbe essere approvata mercoledì prossimo dalla Commissione europea. Sarebbero in tutto sei le raccomandazioni che la Commissione intende rivolgere all'Italia in parallelo con la proposta di chiusura della procedura di deficit eccessivo, da quella relativa al proseguimento dell'azione di consolidamento del bilancio, all'esigenza di portare avanti quel processo di riforme essenziale per ridare slancio alla crescita del Paese e all'occupazione.

Il documento chiede anche all'Italia di intervenire per rendere più efficace e produttivo il sistema bancario nazionale, ma Bruxelles insiste anche su una maggiore flessibilità del mercato del lavoro.

Secondo la Commissione, le politiche per la formazione dei lavoratori dovrebbero essere più attente e vicine alle reali esigenze del mercato del lavoro, pensare ad una riduzione della pressione fiscale sul lavoro e sulle imprese, e ad una maggiore apertura alla concorrenza del mercato dei servizi.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il