BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Blocco stipendi, scatti e contratti statali e pubblica amministrazione: oggi giorno importante

Blocco stipendi pubblica amministrazione: oggi parere



Dovrebbe arrivare oggi, martedì 28 maggio, il parere delle Commissioni parlamentari impegnate sul regolamento di proroga del blocco degli stipendi fino al 31 dicembre 2014. l blocco degli stipendi per i dipendenti pubblici coinvolge anche il mondo della scuola.

Il nuovo regolamento prevede la proroga, fino al 31 dicembre 2014, del blocco della maturazione delle posizioni stipendiali e dei relativi incrementi economici previsti dalle disposizioni contrattuali vigenti; il blocco, senza possibilità di recupero, delle procedure contrattuali e negoziali ricandenti negli anni 2013-2014; il blocco del riconoscimento degli incrementi contrattuali eventualmente previsti a decorrere dal 2011; il blocco, senza possibilità di recupero, del riconoscimento di incrementi a titolo di indennità di vacanza contrattuale. 

Se il segretario della Uil, Di Menna, ha bocciato il provvedimento ed ha chiesto un tavolo per le trattative sul contratto scaduto, Marcello Pacifico, presidente Anief, ritiene che il blocco degli stipendi viola gli articoli 1, 2, 3, 4, 36, 39 della Costituzione italiana. Sarebbe, dunque, incostituzionale.

E ricorda che la Corte Costituzionale si è già espressa per il blocco degli stipendi dei magistrati, bocciando il provvedimento, sentenza che dovrebbe valere ora anche per il resto della Pubblica Amministrazione.

Secondo Pacifico, infatti, “Il blocco è accettabile in termini eccezionali, ad esempio un anno. Ma qui si chiede il blocco per il quarto anno, perdendo qualsiasi eccezionalità”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il