BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Contratti dipendenti pubblici e statali: rinnovi e sblocchi solo nel 2015 per D'Alia

Sblocco stipendi forse a partire dal 2015. D'Alia: “Dipende da come andrà economia”



Mentre si aspetta il parere delle Commissioni parlamentari sul regolamento di proroga del blocco degli stipendi fino al 31 dicembre 2014, che prevede la proroga, fino al 31 dicembre 2014, del blocco della maturazione delle posizioni stipendiali e dei relativi incrementi economici previsti dalle disposizioni contrattuali vigenti; il blocco, senza possibilità di recupero, delle procedure contrattuali e negoziali ricadenti negli anni 2013-2014; il blocco del riconoscimento degli incrementi contrattuali eventualmente previsti a decorrere dal 2011;  il blocco, senza possibilità di recupero, del riconoscimento di incrementi a titolo di indennità di vacanza contrattuale, il ministro della Pubblica amministrazione, Gianpiero D’Alia, a proposito del blocco dei contratti deciso dal precedente governo e confermato dal governo Letta, ha annunciato: “Mi auguro che ci possa essere lo sblocco del rinnovo dei contratti dal 2015, dipende da come andrà l’economia del Paese”.

Ma ha ammesso: “Ciò non toglie che al tavolo con i sindacati della prossima settimana si possa discutere anche di questo per cercare un percorso che possa introdurre novità sul rinnovo. Possiamo cominciare a discutere sulla parte normativa del contratto”.

E sulle risorse eventuali ha detto: “Le risorse per i contratti non ci sono perchè ci sono altre priorità come il lavoro e il fisco. Il blocco dei contratti è un grosso sacrificio per i dipendenti pubblici ma fa parte dei sacrifici che stanno facendo tutti gli italiani”.

Poi ha aggiunto: “In questo momento di ristrettezza economica bisogna fare squadra ed essere solidali per migliorare il settore pubblico che significa offrire ai cittadini più servizi e al paese prospettive di sviluppo”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il