Le fatture vengono pagate sempre più in ritardo: 250 miliardi di euro il valore complessivo.

Intrum Justitia, la società di servizi per la gestione del credito, ha pubblicato l' 'European payment index 2006', un'indagine sui rischi di mancato pagamento, svolta in 22 paesi, giunta alla terza edizione.



Intrum Justitia, la società di servizi per la gestione del credito, ha pubblicato l' "European payment index 2006", un'indagine sui rischi di mancato pagamento, svolta in 22 paesi, giunta alla terza edizione.

Il rapporto di ricerca mostra che in Europa nel 2005:

-   l'ammontare del danaro dovuto alle aziende, in corrispondenza di fatture pagate in ritardo, ha raggiunto i 250 miliardi di euro, con un aumento del 10% in due anni;
-   il tempo fra ricevimento della fattura e pagamento è passato a 59,2 giorni, con un aumento dal 2003 di quasi due giorni di ritardo;
-   i crediti irrecuperabili sono arrivati all'1,9%, valore di due anni fa, contro l'1,7% del 2004.

Si diffonde l'abitudine delle aziende a finanziarsi a carico dei fornitori.

I paesi che hanno più contribuito all'allungamento dei termini di pagamento sono stati la Francia, l'Italia e il Regno Unito.

Il ritardo è aumentato in 8 paesi ed è diminuito in 13.

I rischi di insoluto sono aumentati nei 22 paesi, passando da un indice 151 del 2004 a 152. Solo in Italia questo è migliorato nel 2005, dopo un forte rialzo nel 2004.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il