BusinessOnline - Il portale per i decision maker








730 2013: proroga ufficiale al 10 giugno. Detrazioni possibili per pagare meno tasse

Prorogato termine consegna 730: le spese deducibili



E' stato ufficialmente prorogato al 10 giugno 2013 il termine di scadenza per la consegna da parte dei contribuenti dei documenti per il modello 730. I contribuenti avranno, dunque, più tempo quindi per consegnare il modello 730 2013 per dichiarare i redditi 2012 ai Caf e ai professionisti abilitati a prestare assistenza fiscale, entro il 10 giugno prossimo.

Con l'ufficialità della proroga slittano anche le scadenze imposte agli stessi intermediari in tema di dichiarazione 730, che potranno ora consegnare al contribuente la dichiarazione dei redditi elaborata fino al 24 giugno 2013 e non più entro il 17 giugno.

Prorogata anche la trasmissione dei modelli e del risultato contabile: la nuova scadenza slitta dal 30 giugno all’8 luglio 2013. Come per Unico 2013, sono diverse le spese e gli oneri deducibili nel 730, a partire dai contributi previdenziali e assistenziali obbligatori e volontari, alle erogazioni liberali in favore degli enti non profit effettuate dal contribuente.

Per i contributi previdenziali e assistenziali, è ammessa la piena deducibilità senza limiti di importo. Tra questi contributi rientrano quelli versati facoltativamente alla gestione della forma pensionistica obbligatoria di appartenenza, quelli per il riscatto degli anni di laurea, per la ricongiunzione, quelli versati per il fondo casalinghe, e quelli versati alle forme di previdenza complementare collettive (fondi chiusi e fondi aperti) e di previdenza individuale come i contratti di assicurazione sulla vita che sono deducibili dal reddito complessivo dichiarato ai fini Irpef per un importo non superiore a 5.164,57 euro.

Tra gli oneri deducibili anche le erogazioni liberali a favore, non solo di enti No profit, ma anche delle istituzioni religiose, spese deducibili dal reddito complessivo fino all’importo di 1.032,91 euro per ogni erogazione.

Deducibili nel 730 2013 anche le spese effettuate in favore di università, fondazioni universitarie, istituzioni universitarie pubbliche, enti di ricerca pubblici, o enti di ricerca vigilati dal Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca, nonché gli  assegni periodici corrisposti al coniuge, le spese sanitarie e mezzi per disabili, e le spese sostenute per adottare minori stranieri.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il