BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Facebook e Google+ crescono in Italia. Cala Twitter nell'uso social network

Cresce Facebook ma cala Twitter: le abitudini social degli italiani



Il 2013 sarà l’anno di Facebook e Google+: le previsioni parlano, infatti, di un loro boom a differenza di Twitter, che cala invece nell’uso dei social network. Secondo quanto divulgato da State of the Net, la conferenza sullo stato della rete in Italia, Facebook cresce nell'uso e nella quotidianità degli italiani tra i social network che la Rete offre, ed è seguito a sorpresa da Google+ e Linkedin, mentre diminuisce la diffusione di Twitter e dei suoi messaggini di 140 caratteri.

I dati sono i risultati di un’analisi condotta e illustrata da Vincenzo Cosenza, della società Blogmeter. Il social network di Mark Zuckerberg ha 22,7 milioni di utenti mensili, e tra il 2012 e il 2013 è cresciuto del 4,7%, Google+ ne ha 3,8 milioni (+56,7%), Linkedin 3,5 milioni (+18,3%) e Twitter 3,3 (-11,6%).

Gli utenti attivi in Italia su Facebook sono 14 milioni, 10 attraverso una piattaforma e circa 5 (nel 2012 erano zero) solo via mobile; ogni mese sono 3 miliardi i 'like', 288 milioni le fotografie caricate, 3,5 miliardi i messaggi privati e 2 milioni i ‘check-in’ in luoghi fisici.

Analizzando Twitter, Blogmeter ha sottolineato che nel 2013 sono prevalsi pessimismo e un atteggiamento particolarmente negativo nei periodi delle elezioni e dello stallo politico prima, e nei giorni delle elezioni del Presidente della repubblica poi.

Ma il risultato del lavoro di Blogmeter rivela anche un uso più consapevole di Twitter da parte degli italiani, testimoniato innanzitutto dalla crescita dell'inserimento degli hashtag (li utilizza il 30% delle persone, +22% rispetto al 2012) e dei retweet (il 25% degli utenti li fa, +7% verso il 2012).

Cresce anche la geolocalizzazione, il 3% in più rispetto allo scorso anno, ma cala l'inserimento dei link (-2%).

I dati rivelano anche che nei primi mesi del 2013 gli italiani twittano più uniformemente durante la settimana, con un calo solo nel weekend. L'orario preferito va dalle 20 alle 22, conseguenza soprattutto della nuova abitudine a commentare le trasmissioni televisive attraverso i tweet, evidenziando l'utilizzo di twitter come secondo schermo.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il