BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Bonus ristrutturazione casa 55-65% decreto Letta: calcoli ed esempi detrazioni e sconti possibili

Prorogati eco bonus: tempi e interventi per cui valgono



Il Consiglio dei ministri, venerdì scorso, ha dato il via libera alla proroga dei bonus fiscali per le ristrutturazioni e il risparmio energetico. L'ecobonus approvato dal Consiglio dei ministri è pari al 65%.

Ciò significa che l'aliquota dell'ecobonus sarà detraibile al 65% dall'attuale 55%. Il decreto legge prevede che il bonus per l'efficienza energetica sia prorogato dalla fine di giugno al 31 dicembre 2013. Confermato anche il bonus del 50% antiterremoto.

L’agevolazione sarà estesa anche a mobili fissi, cucine e armadi a muro e ampliata al capitolo degli interventi antisismici nelle regioni terremotate. Per ottenere il bonus, le spese devono essere effettuate entro il 31 dicembre prossimo e bisognerà poi conservare la documentazione che provi effettivamente le spese sostenute.

Secondo la normativa, i pagamenti devono essere tracciabili, tramite bonifici bancari e postali. I bonus previsti per le ristrutturazioni edilizie saranno accompagnati da bonus su una serie di lavori su parti accessorie, come la costruzione di un garage, l’installazione di impianti di domotica o di strutture atte a rimuovere le barriere architettoniche, le bonifiche degli edifici da sostanze dannose come l’amianto e l’adozione di sistemi antisismici.

Compresi nella normativa anche gli impianti di sicurezza e quelli idonei per abbattere l’inquinamento acustico. Nonostante le agevolazioni previste, resta capire quale sarà l’applicazione dell’Iva ai suddetti lavori di ristrutturazione per una maggiore efficienza energetica.

L'aumento del bonus, però, comporterà una riduzione dei limiti di spesa agevolabili per i vari interventi. Inoltre, per chi non deve  effettuare interventi oltre le soglie consentite, sarebbe preferibile posticipare l'investimento nel periodo agevolato, cioè dopo il  30 giugno 2013, per beneficare  della maggiore detrazione del  65%, nonostante il previsto aumento dell'aliquota Iva ordinaria dal 21 al 22% dal primo  luglio 2013.

Prorogati al 30 giugno 2014 per gli interventi sul risparmio  energetico, che riguardano le  parti comuni degli edifici condominiali (articoli 1117 e 1117-bis,  Codice civile) o che  interessano tutte le unità immobiliari di  cui si compone il singolo condominio. 

Ristrutturazione Casa BONUS e DETRAZIONI. Vediamo quali sono i bonus, le detrazioni e le agevolazioni fiscali disponibili ora per la ristrutturazione di immobili di proprietà, in affitto e per l'acquisto di mobili ed elettrodomestici.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il