BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Crediti ad imprese tagliati di 44 miliardi per S&P. Saccomanni annuncia nuovi finanziamenti Pmi

Le banche hanno tagliato alle imprese italiane circa 44 miliardi di euro di finanziamenti: il report di S&P



Nel 2012 le banche hanno tagliato alle imprese italiane 44 miliardi di euro di finanziamenti, secondo un report di Standard & Poor's in cui si prevede un sempre maggior ricorso alle emissioni obbligazionarie da parte del nostro tessuto produttivo per far fronte alla 'stretta' creditizia.

Secondo l’agenzia di rating, attualmente le imprese italiane attingono il 92% del loro fabbisogno finanziario di breve e lungo termine dalle banche ma questa provvista sta diventando meno disponibile in quanto le banche italiane hanno avviato un percorso di riduzione della leva finanziaria.

Questo fenomeno, sottolinea S&P, ‘insieme all'allentamento della legislazione d'impresa e fiscale per le medie imprese che è stata introdotta in Italia probabilmente incoraggerà l'emissione di più obbligazioni’.

Secondo S&P, in uno scenario di ‘crescita zero in cui le imprese emettano bond solo per rifinanziare il debito esistente, la percentuale di obbligazioni sul totale dei finanziamenti potrebbe salire all'11%-14% nei prossimi cinque anni. In presenza di una ripresa della crescita economica il funding attraverso bond potrebbe arrivare fino al 14%-17%, sostenuto dalla crescita degli investimenti fissi’.

L'agenzia americana ritiene che un più ampio ricorso al mercato dei bond possa aiutare a migliorare la struttura di capitale delle imprese italiane e ridurre i rischi di rifinanziamento perché potrebbe allungare le scadenze del debito e diversificare la base degli investitori.

Standard & Poor's ha poi affermato ‘Riteniamo che ulteriori azioni negative sul rating sono possibili nel 2013 in mancanza di una ripresa dell'economia domestica nell'ultima parte dell'anno’.

Intanto, il ministro dell’Economia, Fabrizio Saccomanni, ha annunciato che la banca europea per gli investimenti (la Bei) metterà a disposizione circa 15 miliardi quest’anno nella zona euro per gli investimenti delle Pmi.

Nel 2012 la Bei ha già erogato prestiti per a 10,5 miliardi di euro a favore di circa 200.000 piccole e medie imprese in Europa erogati attraverso i propri intermediari finanziari.

I migliori Prestiti personali senza busta paga e finanziamenti DICEMBRE 2016. In questo articolo proponiamo i migliori finanziamenti senza bisogno di presentare la busta paga e senza garanzie, ma anche prestiti personali, finanziamenti per attività e liberi professionisti con bassi tassi d'interesse.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il