BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Maturità 2013: prima prova italiano. Inizia il toto-tema una settimana prima dell'esame

Le possibili tracce della prova di italiano 2013



Gli esami di Maturità 2013 inizieranno mercoledì 19 giugno con il consueto svolgimento della prima prova di italiano, che dovrà verificare la padronanza della lingua.

Ogni candidato potrà scegliere di svolgere il classico tema su argomento di ordine generale o a carattere storico o letterario, o l’analisi e il commento di un testo letterario o non, in prosa o poesia, o la stesura di un articolo di giornale o di un breve saggio.

Dopo la prova di italiano, comune a tutti gli indirizzi scolastici, seguirà la seconda prova scritta, che sarà quella specifica per ogni indirizzo scolastico, mentre la terza accerterà la conoscenza degli studenti su diverse discipline e verificherà le conoscenze sulle materie studiate nel corso dell’ultimo anno.

Per la prova di italiano, per l’analisi testuale si escludono gli autori usciti negli ultimi anni, ma ciò non significa che non possano comparire nuovamente. Montale ed Ungaretti sono stati proposti due volte negli ultimi 10 anni e per quest’anno si potrebbero ipotizzare autori del ’900 come Salvatore Quasimodo, Luigi Pirandello e Italo Svevo.

Per quanto riguarda il saggio breve e l’articolo di giornale (traccia B), il tema storico (traccia C) e il tema di attualità (traccia D) meglio guardare gli eventi importanti dell’ultimo anno, come lo storico avvenimento delle dimissioni di Papa Ratzinger e la successiva elezione di Papa Francesco, o gli eventi climatici che hanno interessato il mondo.

Altro argomento da considerare è la scomparsa di Rita Levi Montalcini, che aprirebbe la strada ad una riflessione tanto sull'apporto delle donne alla scienza e al progresso nel '900, quanto al più classico dibattito sulla dicotomia tra etica e scienza.

Senza considerare il tema della crisi economica, che sarà sicuramente declinata in qualche forma. Per il saggio breve, sono abbastanza gettonati i 101 dalla morte di Pascoli, i 10 anni dalla scomparsa di Giorgio Gaber, i 40 anni dalla morte del pittore Pablo Picasso, i 20 anni dalle stragi mafiose con le autobombe.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il