BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Unico 2013: proroga ufficiale domani mercoledì o venerdì al Consiglio dei Ministri

Prorogata scadenza presentazione Unico: i problemi



Potrebbe arrivare domani o venerdì la proroga all’8 luglio del termine per i versamenti di Unico 2013. La scadenza per pagare le tasse dovrebbe, infatti, essere prorogata dal 17 giugno all'8 luglio e dal 9 luglio al 20 agosto si potrà pagare con la maggiorazione dello 0,40%.

Sono state diverse le difficoltà emerse per il poco tempo a disposizione per calcolare quanto dovuto al Fisco da parte dei contribuenti, e considerando il ritardo nella pubblicazione del programma per la compilazione degli studi di settore, il software Gerico, e per l'incrocio con la scadenza per il pagamento dell'acconto Imu che, nonostante la sospensione sull'abitazione principale decisa dal governo Letta, riguarda comunque circa 30 milioni di immobili, associazioni di categoria e professionisti hanno chiesto più tempo perché, in moltissimi casi, dovranno convocare i singoli contribuenti, esporre loro le situazioni di non congruità, discutere se questo divario esprime veramente una possibile mancata registrazione dei corrispettivi o se esistono situazioni che giustificano lo scostamento, anche se non facili da documentare.

Secondo artigiani, commercianti ed esercenti associati in Rete Imprese Italia la proroga del termine di versamento delle imposte relative al modello Unico e dell'Imu è indispensabile al fine di garantire agli intermediari fiscali un congruo lasso di tempo per gestire in maniera corretta la compilazione delle dichiarazioni ed il versamento delle imposte in scadenza.

Sono tenuti a presentare il modello Unico 2013 coloro che percepiscono redditi d’impresa; redditi diversi non compresi tra quelli indicati nel quadro D, rigo D4 del modello 730, come i redditi da cessioni di azienda; redditi di lavoro autonomo per i quali è richiesta la partita Iva.

Unico può essere presentato in modalità cartacea o in modalità telematica, in quest’ultimo caso avvalendosi dei servizi telematici offerti dell’Agenzia delle Entrate (Entratel o Fisconline), cioè tramite gli stessi uffici delle Entrate o ancora tramite intermediari abilitati (professionisti, associazioni di categoria, Caf, altri soggetti abilitati).

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il