BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Redditometro 2013: lettere Fisco già arrivate o in arrivo per posizione incongrue

In arrivo già migliaia di lettere dalle Entrate: i contribuenti incongrui



E' partito solo da qualche giorno ma sono già decine di migliaia i contribuenti italiani che stanno ricevendo in questi giorni le prime lettere dell'Agenzia delle Entrate con l'invito a verificare la compatibilità di alcune voci di spesa con l'ammontare del reddito dichiarato per l'anno 2011.

Scopo del Fisco è, come già accaduto negli ultimi due anni, mettere in luce spese giudicate, come spiega la lettera firmata da Attilio Befera , “apparentemente non compatibili con i redditi dichiarati”.

Le lettere inviate dall’Agenzia sono comunque accompagnate da una sorta di prospetto di spese effettuate dal contribuente che potrà così verificarne l’incompatibilità o meno.

Nel mirino del redditometro voci come spese di casa, auto, conti correnti, prestiti, investimenti, donazioni familiari, vincite di giochi e lotterie, spese ordinarie effettuate, comprese quelle per la spesa, e per beni voluttuosi, come oggetti di lusso, spa e abbonamenti in palestra. Considerando tali spese, ed altre, il nuovo redditometro verificherà la congruità di quanto dichiarato dal singolo contribuente con quanto effettivamente speso.

Se il risultato dovesse mettere in evidenza uno scostamento, allora scatteranno i controlli del Fisco. Ma si tratta comunque di un redditometro in versione soft che non considererà le medie Istat, almeno per le spese per cibo, sia fatte al supermercato sia al ristorante; abbigliamento o calzature. Tali medie Istat saranno considerate per i costi di gestione di un immobile (spese di condominio) o di un'automobile.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il