BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Maturità 2013: prima prova. I titoli possibili aggiornati

Possibili tracce prima prova maturità 2013: come svolgerla



Duecento anni dalla nascita di Verdi, i i 50 dalla morte di papa Giovanni XXIII, l'uccisione di John Fitzgerald Kennedy, i 700 anni dalla nascita di Boccaccio, il ventennale delle stragi mafiose di Palermo, l’elezione del nuovo Papa Francesco e autori del Novecento come Ungaretti Svevo, Pirandello, Quasimodo. Secondo Scuolazoo, molto quotati sarebbero e Saba.

Queste le prime tracce possibili per lo svolgimento della prima prova scritta di italiano. Questa prova sarà comune ad ogni indirizzo scolastico ed è volta ad accertare la padronanza della lingua italiana, le capacità espressive, logico linguistiche e critiche dello studente.

La prima prova dell'esame di maturità prevede diverse modalità di svolgimento di un’analisi e commento di un testo letterario o non letterario, con le indicazioni sul modo di procedere; del saggio breve o articolo di giornale; di un tema storico su un argomento del programma svolto nell'ultimo anno di corso; e di un tema di attualità.

Per l’analisi del testo e commento letterario, è necessario applicare le capacità critiche che si sono acquisite nel corso degli studi e la Commissione in questa prova valuterà le conoscenze relative al testo proposto e al quadro di riferimento; lo sviluppo critico dell'argomentazione; la correttezza e la proprietà linguistica; l'organicità e la coerenza del discorso; la capacità di dare giudizi motivati e personali.

Nello svolgimento del saggio breve o articolo di giornale, lo studente dovrà dimostrare abilità di selezione e di organizzazione del materiale proposto ed arricchirlo delle proprie conoscenze ed esperienze di studio.

Nello svolgimento dell’articolo, lo studente può avvalersi di modalità comunicative più agili anche se deve rispettare sempre il rigore argomentativo, l'esattezza e la chiarezza del linguaggio.

Nell'articolo bisognerà ideare un titolo, un occhiello ed un sommario, un cappello ed una struttura in cui sviluppare l'argomento seguendo un ordine logico e cronologico. Per quanto riguarda il tema sia quello storico che quello di attualità si dovrà fare riferimento al bagaglio informativo acquisito a scuola.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il