BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Firma Elettronica: come funziona. Da oggi si possono firmare documenti in formato digitale

In vigore la firma elettronica: cos’è e come si usa



Al via la firma elettronica, nuovo sistema di autenticazione che permette, attraverso diverse tecnologie, di sottoscrivere atti e contratti. La firma elettronica avanzata ha gli effetti di una firma autografa e può essere apposta tramite delle Otp (one time password) o attraverso una penna digitale su un tablet.

Se oggi la maggior parte dei documenti nascono in formato elettronico, poi devono essere stampati, firmati e, successivamente, scannerizzati e archiviati in formato digitale, con la firma elettronica avanzata, si entra nell'era della digitalizzazione vera e propria.

La novità riguarderà i privati, le imprese, i professionisti e i loro clienti, ma anche le relazioni tra cittadini e la pubblica amministrazione. Anche se in alcuni ambiti la firma elettronica avanzata era già in uso, le nuove regole d'ora in avanti rendono pienamente operativa questa tipologia di firma elettronica nell’ordinamento giuridico italiano, equiparando così i documenti informatici ai documenti cartacei anche sotto il profilo della validità legale fino alla querela di falso.

La validità della firma elettronica deve è data dai dati in forma elettronica allegati oppure connessi a un documento informatico che consentono l'identificazione del firmatario del documento e garantiscono la connessione univoca al firmatario.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il