BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Mutui 2013 a tasso variabile migliori offerte giugno 2013

I migliori mutui variabili di questo mese: quale scegliere se si vuole acquistare casa



Nonostante il mercato immobiliare crolli, c'è chi ritiene sia il momento giusto per acquistare una casa soprattutto perchè sono i prezzi stessi degli immobili ad essere crollati. Ed effettivamente la convenienza in questo senso è notevole. Ciò che, però, fa impennare i costi sono gli spread applicati dalle banche nel momento in cui viene richiesto un mutuo.

E lascia sempre nel dubbio amletico anche la scelta se preferire un mutuo a tasso fisso o un mutuo a tasso variabile. Innanzitutto è bene sottolineare che prima della sottoscrizione di un mutuo bisogna prestare attenzione ad alcune semplici regole, per esempio chiedere il mutuo in diversi istituti e non solo dove si ha il conto corrente, in modo da valutare la migliore offerta.

Sarebbe bene, inoltre, cercare la migliore sia in banca che fra le offerte online, dove la possibilità di risparmiare è anche maggiore. Importante è dunque valutare le proprie esigenze, e scegliere il tasso in base alle proprie disponibilità.

Se è vero, poi, che il tasso fisso fa dormire sonni più tranquilli perché fa pagare sempre la stessa rata mensile nonostante le oscillazioni di mercato, è vero anche che le rate variabili sono meno costose e anche in caso di mutamenti sul mercato potrebbero sì alzarsi ma mai, al momento, raggiungere quelle del fisso.

Prima di scegliere sarebbe, dunque, bene seguire andamenti precedenti e attuali dell’Euribor ed eventuali previsioni sulle diverse scadenze. Infine, sarebbe bene prestare attenzione ai costi legati alla stipula del mutuo, alle polizze legate all’eventuale mutuo scelto, nonchè al valore dell’ipoteca stabilito.

Fra le migliori offerte di mutuo a tasso variabile disponibili in questo mese di giugno 2013, spiccano quelle di Mutuo Domus Superflash Variabile di Intesa Sanpaolo che copre il 100% del valore dell'immobile, ad un tasso del 2,92%; di Mutuo a Tasso Variabile Euribor del Banco Popolare di Bari, anch'esso che copre al 100% il valore dell'immobile, e ha un tasso del 3,85%; e quella di Mutuo You a tasso variabile del Banco Popolarem che copre il 95% del valore dell'immobile ed offre un tasso del 2,95%.

Tasso del 3,05% quello offerto dal Mutuo a Tasso Variabile di Che Banca, garantito per l'80% del valore dell'immobile. A seguire troviamo Mutuo Pratico a tasso variabile di Deutsche Bank, ad un tasso del 3,065, che prevede il pagamento di una rata mensile di circa 425 euro, e un importo finanziabile massimo pari all'80% del minor valore dell'immobile.

E poi c'è l'offerta IW Mutuo Acquisto Variabile di IwBank, che prevede un tasso del 3,21%, e per il finanziamento per l’acquisto della prima casa con un massimo finanziabile pari all’80% del valore dell’immobile, per gli edifici appartenenti alle classi energetiche A e B, e fino al 70% del valore dell’immobile per gli edifici appartenenti a classi energetiche diverse da A e B, per un importo minimo di 80.000,00 euro e massimo di 500.000,00 euro. Questo tipo di mutuo non prevede alcuna spesa istruttoria, spesa di perizia e spese periodiche.

. L'offerta di mutui sia a tasso fisso che variabile a Aprile 2016 si fa molto interessante. Grazie alla discesa mese su mese dei prezzi degli immobili nelle grandi città, ma soprattutto nei piccoli centri, e grazie ai tassi praticamente prossimi allo zero oggi accendere un mutuo è estremamente conveniente. In questa analisi abbiamo analizzato le migliori offerte proposte dai principali istituti.

Fisso o variabile? Questo è l'eterno dilemma... In breve in questa particolare fase storica chi ha la possibilità di aprire un mutuo da estinguere in 10 anni quasi sicuramente la scelta del tasso variabile può essere quella più azzeccata, infatti attualmente i tassi sono molto bassi e le prospettive per i prossimi anni non fanno intravedere una loro risalita e poi grazie alla portabilità è sempre possibile, qualora i tassi aumentino, ricontrattare il mutuo con la stessa banca o con un altro istituto al fine di ottenere una proposto di nuovo vantaggiosa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il