BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Vertice Ue Lavoro domani venerdì: le novità possibili. Riforma Lavoro Letta-Giovannini entro giugno

Gli appuntamenti del governo per rilanciare crescita Italia



E' in programma per domani, venerdì 14 giugno, il vertice Ue sul lavoro che si terrà a Roma. “Gli europei si aspettano misure concrete per la crescita e l'occupazione giovanile, e attendono di capire se l'Unione intende dotare la propria moneta di un vero governo economico democratico.

Temiamo che saranno delusi”, ha detto l'europarlamentare Roberto Gualtieri (Pd), negoziatore per il Pe nel gruppo di lavoro istituito da Van Rompuy sul futuro dell'Unione economica e monetaria, in occasione del suo intervento al dibattito sul prossimo Consiglio europeo svoltosi a Strasburgo.

“L'attenzione che sarà dedicata all'occupazione giovanile è positiva, ma al di là dell'anticipo a gennaio dei 6 miliardi della Youth Initiative occorre un chiaro impegno all'aumento di quella cifra. E invece, il negoziato sul bilancio è bloccato per colpa del Consiglio e degli imperativi di politica interna degli Stati membri. Anche lo scorporo di una parte degli investimenti dal deficit strutturale rischia di essere molto modesto”.

Il vertice di venerdì a Roma tra i ministri del Lavoro e dell’Economia di Francia, Spagna e Germania servirà per preparare l’appuntamento di fine mese al prossimo Consiglio europeo.

“Se non c’è il lavoro l’Italia non si salva2 ha dichiarato il premier Enrico Letta proponendo misure di rilancio dell’economia e di sostegno all’occupazione che però siano compatibili con i target europei di bilancio.

E proprio per rilanciare l'occupazione nel Belpaese ci si è soffermati su misure di rilancio del lavoro, che prevedono novità per quanto riguarda i contratti: “Stiamo pensando di ridurre a zero la pausa tra un contratto e l’altro per i più giovani”, ha dichiarato il ministro del Lavoro Giovannini; novità per quanto riguarda apprendistato, cassa integrazione in deroga; e novità per quanto riguarda la possibilità di “sostenere le aziende che assumono giovani con meno di 30 anni”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il