BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Cinque per Mille dichiarazione redditi non tutti incassati dai beneficiari. E' polemica

Cos’è il cinque per mille, a chi donarlo e situazione



Ieri il viceministro dell'Economia Stefano Fassina, rispondendo all'interrogazione dell'onorevole Luigi Bobba che, il 29 maggio scorso, aveva chiesto al governo se i 391 milioni che l'Agenzia delle Entrate distribuirà ai beneficiari corrispondano al totale devoluto dai contribuenti, ha parlato di numeri diversi che hanno fatto discutere non poco.

Fassina ha, infatti, precisato che l'importo totale versato dai contribuenti nel 2011 per il 5xmille è pari a 488 milioni di euro. Ciò significa soldi che non sono stati incassati effettivamente dai beneficiari e che devono essere rimodulati in base alla ripartizione degli importi spettanti sulla base delle effettive disponibilità.

In particolare, ha sottolineato il viceministro, “l'effettiva quota spettante a ciascun ente viene rideterminata dall'Agenzia applicando, alla quota corrispondente alle scelte effettuate dai contribuenti la percentuale risultante dal rapporto tra l'importo totale stanziato e l'importo totale corrispondente alle scelte operate”.

Ricordiamo che il Cinque per mille indica una quota dell'imposta Irpef, che lo Stato italiano ripartisce, per dare sostegno, tra enti che svolgono attività socialmente rilevanti (ad esempio non profit, ricerca scientifica).

Il versamento è a discrezione del cittadino-contribuente, contestualmente alla dichiarazione dei redditi. Per il 2013 i contribuenti possono destinare una quota pari al 5 per mille dell’Irpef a finalità di interesse sociale.

Le categorie di enti che posso accedere al beneficio, le modalità di iscrizione e i criteri di ammissione al riparto per le diverse tipologie di soggetti sono le stesse di quelle stabilite per il 2010. Inoltre, i contribuenti possono destinare una quota pari al 5 per mille dell’Irpef al finanziamento delle attività di tutela, promozione e valorizzazione dei beni culturali e paesaggistici.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il