BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Decreto Semplificazioni Governo Letta: le novità e misure

Misure Dl Semplificazioni: cosa prevedono



Ricco il pacchetto semplificazioni che si prepara ad essere discusso dal governo. Due i provvedimenti allo studio dell'esecutivo: un decreto di 15 articoli  e un ddl di 82 che spazia da fisco a lavoro, da privacy ad ambiente.

Tra le novità previste, spiccano il rilascio di certificazioni sui titoli di studio in lingua inglese e semplificazioni sul cambio della residenza e del domicilio che varranno automaticamente anche ai fini della tassa sui rifiuti.

Diventeranno online i certificati medici di gravidanza (con la data presunta del parto, quello del parto e quello di interruzione di gravidanza), mentre non saranno più obbligatori i certificati di sana e robusta costituzione per farmacisti e dipendenti del pubblico impiego.

Eliminato, inoltre, l’obbligo di certificazione sanitaria per molte categorie di lavoratori non a rischio, compreso quello di idoneità psico-fisica per i maestri di sci. Niente più visita obbligatoria, infine, prima del rientro al lavoro, che rimane solo per alcune patologie pericolose.

Semplificazioni previste negli adempimenti per le prestazioni lavorative di breve durata o quelle, come le ristrutturazioni immobiliari, che impiegano poche persone ma anche una riorganizzazione della formazione e dell’aggiornamento dei responsabili e degli addetti del servizio protezioni. Previste semplificazioni anche per le procedure di autorizzazione degli apparecchi per la risonanza magnetica.

Obblighi meno restrittivi per il codice della privacy per il trattamento dei dati di persone giuridiche, enti o associazioni e ci saranno meno divieti anche in relazione a persone fisiche nella loro attività d’impresa. 

Novità anche per quanto riguarda la concessione della cittadinanza italiana a figli di immigrati nati in Italia. Per loro sarà più facile acquisire la cittadinanza a 18 anni, anche se i genitori non hanno effettuato alcuni adempimenti amministrativi.

Anche i certificati scolastici o medici varranno come prova.  Novità previste anche per gli adempimenti amministrativi per cittadini e imprese che scatteranno solo due volte l’anno: il primo luglio e il primo gennaio.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il