BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Decreto Governo Letta oggi sabato 15 Giugno 2013:novità.Semplificazioni e non solo.Tutte le misure

Le misure in discussione oggi in Cdm: cosa prevedono



Approda oggi, sabato 15 giugno, in Consiglio dei Ministri un decreto legge contenente misure per lo sviluppo più alcuni interventi urgenti di semplificazioni e un disegno di legge con ulteriori articoli anti burocrazia.

Il ministro della Giustizia proporrà anche un intervento per contrastare l'emergenza carceri prevedendo l'uscita di 3-4mila detenuti. Tra le novità della bozza sullo sviluppo spunta un pacchetto di liberalizzazioni per gas e carburanti.

Nel primo caso arriva la messa a gara delle concessioni pluricomunali per la distribuzione del gas (previste in autunno), sbloccando la situazione di stallo che una recente sentenza del Tar Lazio ha innescato nel sistema degli ambiti locali.

Per quanto riguarda i carburanti si punta a conformare il quadro delle forme contrattuali per la gestione della rete a quelle previste in ambito europeo. Tra le novità previste, semplificazioni sul cambio della residenza e del domicilio che varranno automaticamente anche ai fini della tassa sui rifiuti; certificati medici di gravidanza online, mentre non saranno più obbligatori i certificati di sana e robusta costituzione per farmacisti e dipendenti del pubblico impiego.

Semplificazioni previste negli adempimenti per le prestazioni lavorative di breve durata o quelle, come le ristrutturazioni immobiliari, che impiegano poche persone ma anche una riorganizzazione della formazione e dell’aggiornamento dei responsabili e degli addetti del servizio protezioni.

Previste semplificazioni anche per le procedure di autorizzazione degli apparecchi per la risonanza magnetica. Novità anche per quanto riguarda la concessione della cittadinanza italiana a figli di immigrati nati in Italia.

Per loro sarà più facile acquisire la cittadinanza a 18 anni, anche se i genitori non hanno effettuato alcuni adempimenti amministrativi. Anche i certificati scolastici o medici varranno come prova. 

Novità previste anche per gli adempimenti amministrativi per cittadini e imprese che scatteranno solo due volte l’anno: il primo luglio e il primo gennaio. Nel pacchetto semplificazioni, anche il tutor d'impresa, un indennizzo di 5mila euro per i ritardi della Pa, il Durc valido sei mesi, lo snellimento delle procedure per la bonifica dei suoli, il commissariamento per le Regioni che non usano in tempo i fondi europei.

Quanto agli indennizzi, da riconoscere a imprese e cittadini se le Pa non concluderanno un procedimento amministrativo nei termini previsti dalla legge, saranno fissati in 50 euro al giorno con un tetto di 5mila euro.

Tra le misure all'esame del Consiglio dei ministri anche un piano da 300 milioni per l'edilizia scolastica, semplificazioni per l'edilizia privata e fondo di due miliardi di euro per finanziare assi autostradali, ferrovie e metropolitane (metro C a Roma e M4 a Milano), oltre a un programma da 100 milioni per le opere dei piccoli comuni (piano dei 6mila campanili), risorse che arriveranno dai fondi accantonati per risolvere il contratto del Ponte sullo Stretto.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il