Google lancia Google Spreadsheets: un'alternativa ad Excel?

Il titolo è ambizioso, la domanda forse prematura: dopo poche ore di attesa mi è arrivata l'email per provare questa nuova creatura di Google



Il titolo è ambizioso, la domanda forse prematura: dopo poche ore di attesa mi è arrivata l'email per provare questa nuova creatura di Google.

Premetto che non sono un utilizzatore abituale di Excel, ma la primissima impressione è stata buona. Google Spreadsheets è veloce, l'interfaccia nella sua semplicità é estremamente dinamica e curata: è subito facile capire come cambiare il formato delle celle, come assegnare formule, gestire allineamento, caratteri e colori.

C'è un unico menù, quello della gestione file: il resto dei comandi è posizionato sulla barra superiore e cambiano quando scegliamo la tab corrispondente, un sistema che ricorda quello della prossima versione di Office.

Tante saranno le funzionalità che sicuramente ogni utilizzatore di questa fase di test richiederà: a me sarebbe piaciuto poter inserire dall'elenco esteso delle formule, una di queste sulla barra per averla velocemente a disposizione, insieme a quelle più classiche.

Grave mancanza è quella delle tag da assegnare ai documenti: quando vengono salvati online non è possibile creare delle cartelle per suddividerlì, nè assegnare delle tag per aggregarli, la soluzione più intelligente.
Mancano i grafici, ma non credo tarderanno molto: ricordiamo che stiamo parlando di una applicazione web che può ricevere aggiornamenti costanti e senza problemi per gli utenti.

Le attuali opzioni per condividere i documentiIn definitiva la domanda che molti si stanno ponendo è se queste applicazioni web potranno fare concorrenza all'Office di Microsoft: recentemente proprio Bill Gates era stato molto critico, affermando che un servizio come Writely aveva le stesse funzionalità di Wordpad.

Vero, ma la caratteristica più importante di queste applicazioni web è la possibilità di condividere il lavoro tra più utenti, averle sempre con sé, così come avere la possibilità di accedere ai nostri documenti (in quanto risiedono online) su qualsiasi computer: per quello che riguarda le funzionalità queste non potranno che aumentare, addirittura sfruttando l'integrazione di vari servizi.
Pensando che Google Mail ha una funzione per la correzione del testo, non ci vorrà molto prima che questa venga integrata in Writely.

In fondo voi quante funzioni di Word o di Excel utilizzate?

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il