BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Maturità 2013: prima prova. I titoli più probabili

Tracce possibili prima prova esami 2013 tra autori del Novecento e attualità



Mentre il ministro dell'Istruzione, Maria Chiara Carrozza, ha confermato, per il 2014, l'anticipo dei test d'ingresso universitari ad aprile, “come fanno gli altri Paesi, ed è meglio per risolvere i problemi organizzativi” augura anche un grande in bocca al lupo ai maturandi, dicendo che “Bisogna ripensare sia l'esame, sia l'ultimo anno delle superiori”.

E a pochi giorni prima del via agli esami di maturità 2013 continuano ad impazzare sul web indiscrezioni sulle possibili tracce per la prima prova scritta d’esame, quella di italiano.

Questa prova sarà comune a tutti gli indirizzi scolastici e potrà essere affrontata dagli studenti in diverse tipologia. Si potrà, infatti, scegliere se svolgere il classico tema, a carattere storico o di attualità; se svolgere un saggio breve o un articolo di giornale; o l’analisi di un testo letterario.

Per quanto riguarda la scelta dell'analisi del testo, si parla di autori come Giuseppe Ungaretti, Italo Svevo, Luigi Pirandello ma anche Eugenio Montale e Salvatore Quasimodo. C’è chi però pensa possa uscire anche Umberto Saba, visto che quest'anno ricorrono i 130 anni dallo sua morte, o Boccaccio, visto che il suo Decamerone proprio quest'anno compie 700 anni.

Le tracce di attualità potrebbero, invece, riguardare temi come il ruolo di internet e dei social network  nella vita di oggi; scienza e sviluppo sostenibili; diritti delle donne e femminicidi; i 10 anni dalla strage di Nassirya o il ventennale delle stragi mafiose di Palermo.

Ma c’è chi ritiene anche che una traccia possa vertere sull’elezione del nuovo Papa Francesco e l’abdicazione di Papa Ratzinger.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il