BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Decreto del Fare: Equitalia,incentivi imprese-famiglie,nautica, magistratura cause civili. Le novità

Le misure del Decreto del Fare: cosa prevedono



E' stato approvato sabato scorso il nuovo Decreto del Fare che tra le diverse misure prevede soprattutto un alleggerimento del carico fiscale per Equitalia, a partire dal fatto che la prima casa non sarà più pignorabile o messa all'asta.

Ma non solo: sale anche da 2 a 8 il numero massimo di rate inevase per la rateizzazione del debito fiscale. Altra novità importante riguarda la liberalizzazione del wifi: la misura prevede che per l’uso del wifi pubblico non sarà più richiesta l’identificazione personale degli utilizzatori. Saranno poi stanziati 5 miliardi per gli investimenti delle imprese e sarà più facile l’accesso a risorse per le aziende che vogliono investire in macchinari.

Sarà, inoltre, rafforzato il Fondo di garanzia per le piccole e medie imprese, mentre 100 milioni di euro verranno utilizzati per la manutenzione degli edifici scolastici. Arrivano poi nuove risorse per le borse di studio destinate agli studenti meritevoli che si spostano per andare a studiare in un’altra regione.

Ed è previsto un nuovo piano assunzioni nelle università, che al momento prevede l’assunzione di 1.500 professori ordinari e di 1.500 ricercatori. Saranno diminuiti gli oneri per le imprese, tra i quali alcuni legati alla sicurezza sul lavoro, e questo comporterà risparmi per 450 milioni di euro.

Le tasse sulle imbarcazioni rimarranno solo per le grandi imbarcazioni e saranno dimezzate per quelle medie. Altra novità riguarda la possibilità di rilasciare la cittadinanza italiana a figli nati in Italia da immigrati. Si lavora per rendere meno lungo e complesso l’iter burocratico.

Torna poi la mediazione civile obbligatoria per tagliare oltre un milione di processi in cinque anni, e spiccano, tra le semplificazioni burocratiche urgenti, l'indennizzo che cittadini e imprese potranno chiedere alle amministrazioni inadempienti (fino a 2mila euro) e la durata del Durc fino a 180 giorni e l'estensione a tutta Italia del piano per le zone a burocrazia zero.

Novità anche per quanto riguarda il mondo della giustizia: a partire dalla cosiddetta terapia d'urto per la giustizia civile che permetterà di smaltire l'arretrato.

Presso le Corti d'appello andranno a lavorare 400 magistrati onorari selezionati tra avvocati e giuristi, mentre negli organici della Cassazione arriveranno 30 giudici. Sarà anche costituito l'ufficio del giudice con un reclutamento di personale competente che assista il giudice.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il