Bollette luce e gas: quanto si risparmia davvero con il Decreto del Fare

Quanto si risparmia in bolletta con nuovo decreto del Fare. Le stime



Se nel secondo semestre 2012 l’Italia è stato uno dei Paesi ad aver registrato i maggiori aumenti dei prezzi energetici pagati dalle famiglie, da quest’anno la situazione potrebbe cambiare grazie alle nuove misure approvate con il cosiddetto Decreto del Fare.

Il governo Letta ha, infatti, deciso di offrire un sostanzioso sconto nelle bollette di gas e luce, mettendo in capo ai gestori eventuali scompensi e ha varato nuove modalità per la determinazione delle tariffe per gli impianti che operano in regime di Cip6 tenendo conto delle recenti riduzioni dei prezzi di mercato.

Con tali norme, le famiglie italiane dovrebbero pagare quattro-cinque euro annui in meno sulla bolletta della luce del 2013, il doppio l'anno prossimo. Questo piccolo risparmio potrebbe però essere vanificato se l'esecutivo concederà gli sconti previsti dal governo Monti alle imprese energivore, che valgono esattamente 600 milioni e che ricadrebbero sulle bollette degli italiani.

Il decreto prevede anche di produrre risparmi per 300 milioni di euro con il blocco della maggiorazione dal 15% al 40% degli incentivi concessi agli impianti alimentati a bioliquidi (olio di palma).

Proprio il mancato aumento di queste tariffe dovrebbe portare ad una riduzione delle bollette energetiche di ben 300 milioni di euro annui, come accennato.

Ti è piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il