BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Nuove regole condominio 2013: oggi in vigore. Le novità principali. Cosa cambia davvero

Da oggi in vigore nuove norme riforma condominio: cosa prevedono Da oggi in vigore nuove norme riforma condominio: cosa prevedono



Al via da oggi, martedì 18 giugno, le nuove norme che regolano la vita dei condomini italiani. Diverse le novità previste, dal ruolo dell’amministratore e sue mansioni , alle assemblee.

Ma andiamo con ordine: per quanto riguarda la figura dell'amministratore, la sua nomina sarà obbligatoria quando ci sono più di 8 condomini e resterà in carica 2 anni ma la sua nomina potrà essere rinnovata. Per diventare amministratore di condominio, bisognerà essere in possesso di un diploma di scuola superiore ed aver frequentato un corso di formazione specifico per amministratori di condominio.

Ogni condominio, inoltre, dovrà dotarsi di un proprio conto corrente bancario. Cambiano anche le assemblee per cui saranno abbassati i quorum e sono stati fissati a 30 i giorni per impugnare le delibere.

Per attuare cambiamenti che possono apportare innovazioni all’edificio, come la rimozione delle barriere architettoniche, apparecchiature di sicurezza, dispositivi a risparmio energetico, parcheggi ecc, basterà il voto dell’assemblea col 50% + 1 degli intervenuti e 2/3 dei millesimi, mentre per quanto riguarda la manutenzione straordinaria, prima di procedere bisognerà costituire un fondo cassa speciale dello stesso importo dell’ammontare dei lavori.

Per l’istallazione di pannelli solari, non servirà più l’autorizzazione dell’assemblea condominiale, ma la stessa potrà comunque imporre cautele e vincoli architettonici, con la maggioranza di 2/3 dei millesimi. P

er quanto riguarda le spese da sostenere, ciascun condomino dovrà contribuire alle spese che derivano dagli elementi di proprietà comune dell’edificio, che dovranno essere ripartite in misura proporzionale al valore dell’unità immobiliare di cui ciascuno è proprietario. Infine, sugli animali, nessuno all’interno del condominio potrà vietare la presenza di animali domestici nelle abitazioni.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il