BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Btp e Bot: nuova tassa. Tobin Tax anche per Titoli di Stato italiano

Tobin Tax applicata anche ai Titoli di stato italiano: le conseguenze



La nuova Tobin Tax si abbatte anche su Bot e Btp. La Tobin tax è una tassa che prevede di colpire tutte le transazioni sui mercati valutari per stabilizzarli (penalizzando le speculazioni valutarie a breve termine, a quei tempi non esistevano gli strumenti derivati), e contemporaneamente per procurare entrate da destinare alla comunità internazionale.

L'aliquota proposta sarebbe tra lo 0,05% e l'1%. Inizialmente l’Italia, con il precedente governo Monti, aveva auspicato che la nuova tassa non venisse applicata ai titoli del debito pubblico.

Su una posizione contraria la Germania, accanita invece soprattutto su Btp e Bonos, perchè se bisogna colpire la speculazione è bene tassare anche le transazioni sui titoli pubblici.

E oggi Berlino sembra aver vinto, perché la proposta presentata dalla Commissione Europea che prevede esplicitamente la tassazione delle obbligazioni degli Stati sovrani è stata approvata anche dall’Europarlamento.

L’unico a prendere posizione in tal senso, in Italia, è stato il presidente della Commissione Bilancio, Francesco Boccia, che ha detto che “Il voto del Parlamento Ue va nella giusta direzione.

La Tobin tax è una misura giusta e il voto trasversale del parlamento europeo che la impone anche ai Bond, conferma la strada migliore per la sua attuazione, cioè imporla a tutte le tipologie di transazioni”. 

Ciò che si teme ora è che la tassa sulle transazioni potrebbe far diminuire gli scambi rendendo meno liquido il debito italiano e perciò meno appetibile per gli investitori e che la Tobin Tax, nata per colpire gli speculatori, rischia invece di pesare soprattutto sui contribuenti con un aumento degli interessi da pagare sul debito pubblico.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il