Imu 2013: più bassa per aziende e capannoni. Riformulata anche prime case. Ipotesi decreto Letta

Cambia l’Imu: rimodulata per abitazioni principali e meno pesante su imprese. Le novità allo studio del governo



La riforma dell’Imu che il governo Letta si prepara a discutere entro la fine di agosto dovrebbe prevedere una tassa più leggera per le imprese e i capannoni, nonché un nuovo piano di lotta all’evasione fiscale.

Sono queste le linee programmatiche dei prossimi mesi nell’agenda del Governo Letta, annunciati dal ministro dello sviluppo economico Zanonato. E’ stato proprio il ministro Zanonato ad annunciare la revisione della tassazione degli immobili entro il 31 agosto, così come previsto nel decreto che ha sospeso l’Imu sulla prima casa per la rata di giugno.

Sull’Imu sulle imprese, il ministro ha detto: “I capannoni e i negozi dove voi operate sono l’elemento fondamentale e imprescindibile per l’attività di impresa”. L’Imu dovrebbe essere poi rimodulata anche per le abitazioni principali, e calcolata basandosi sul reddito familiare.

Ma le novità previste non finiscono qui, perché il ministro Zanonato sul possibile aumento Iva dice: “Il governo con spirito di collaborazione e collegialità sta facendo quanto possibile per evitare l’aumento dell’Iva e trovare coperture alternative”. Inoltre, per le famiglie italiane sarebbero in arrivo anche tagli delle bollette energetiche pari a 25 euro a famiglia, una media di 9 euro a persona.

Ti è piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini pubblicato il