Ministero delle Finanze ricorda: la partita iva deve essere ben visibile in homepage

Per quanti ancora non avessero adeguato il proprio sito, una nuova risoluzione dell'Agenzia delle Entrate ribadisce che il numero di partita IVA deve essere indicato sul sito web



Già da tempo è noto come una disposizione obblighi i soggetti IVA a indicare la partita IVA nel proprio sito Web aziendale. Disposizione disattesa da molti contribuenti nel 2004 ed evidentemente anche oggi. Infatti l'Agenzia delle Entrate ha sentito la necessità di ribadire e precisare quanto già previsto dal comma 1 dell'art.35 del DPR 633/72.

A tale scopo ha diramato la risoluzione n. 60 datata 16 maggio 2006, recante: "Indicazione numero partita IVA nel sito web - articolo 35, comma 1, del D.P.R. n. 633 del 1972".
Esso deve essere sempre indicato nelle dichiarazioni, nella home page dell'eventuale sito web ed in ogni altro documento destinato all'ufficio stesso.

Con il provvedimento in esame l'Agenzia delle Entrate precisa quanto segue:

L'obbligo di indicazione del numero di partita IVA nel sito web rileva per tutti i soggetti passivi  IVA, a prescindere dalle concrete modalità di esercizio dell'attività.

Di conseguenza,  quando un soggetto IVA dispone di un sito web relativo all'attività esercitata, quand'anche utilizzato solamente per scopi pubblicitari, lo stesso è tenuto ad indicare il numero di partita IVA.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il