BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Conti correnti, carte di credito, fondi: i movimenti sotto controllo del Fisco

Entra in vigore l’anagrafe dei conti correnti: italiani sempre più controllati



Scattano da oggi, lunedì 24 giugno, i nuovi controlli previsti dall'Agenzia delle Entrate sui conti correnti bancari degli italiani attraverso il cosiddetto Sid (Sistema interscambio dati).

Se, infatti, fino ad oggi, l'accesso ai conti era possibile ma limitato a casi particolari e necessitava di autorizzazioni da parte della magistratura, da oggi i controlli riguarderanno tutti i clienti delle banche e, otre ai conti correnti, si potranno controllare anche le gestioni patrimoniali, i fondi comuni, i fondi pensione, le carte di credito.

In realtà, la cosiddetta anagrafe dei conti correnti non è invenzione del nuovo governo, ma era già stata messa a punto dall'ex governo Monti come ulteriore strumento per contrastare l'evasione fiscale, attraverso un nuovo sistema che offrisse l’opportunità di incrociare i dati di ogni correntista con le operazioni bancarie sostenute.

Ad annunciare l’entrata in vigore di questa novità è stato lo stesso direttore dell’Agenzia delle Entrate in persona, Attilio Befera.

D’ora in poi, dunque, agli operatori finanziari verrà richiesto di comunicare ogni movimento dei correntisti italiani, saldi di fine anno, entrate ed uscite, utilizzando, previa registrazione sul sito internet delle Entrate, il programma Sid.

Il sistema sarò retroattivo al 2011. Secondo il calendario fissato, poi, i movimenti del 2012 dovranno essere inoltrati entro il 31 marzo 2014, dopodiché, per ogni anno successivo, la scadenza verrà fissata al 20 aprile.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il