BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Spread Btp-Bund in rialzo e male Borse e obbligazioni ma Draghi conferma tassi interesse soft Ue

Bce ancora lontana da strada perseguita dalla Fed: le parole di Draghi



Lo spread torna a salire, le Borse non vanno bene, la volatilità sui mercati è forte e, a differenza di quanto annunciato dal presidente della Federal Reserve, Ben Bernanke, che qualche giorno fa ha annunciato che a fine anno inizierà a ridimensionare la sua politica monetaria iper-espansiva, con la progressiva riduzione degli acquisti di titoli di Stato fatta creando moneta, se l'economia continua a migliorare, dando una forte botte all’economia, globale, e al settore azionario e delle materie prima, il presidente della Bce, Mario Draghi, ha invece detto: “Il consolidamento di bilancio può essere fatto in modo più favorevole alla crescita attraverso un taglio delle spese improduttive, stabilendo credibili e dettagliati piani di bilancio a medio termine e abbassare il peso fiscale se sta danneggiando l'attività economica e la creazione di posti di lavoro in particolare”.

E ha poi specificato: “Un'uscita dalla posizione di politica monetaria accomodante è ancora distante. Direi che il programma di acquisto di titoli statali Omt è ancora più essenziale adesso, in quanto vediamo  potenziali modifiche nella politica monetaria, unite a incertezza, in altre giurisdizioni dell’economia globale integrata”.

Dopo l'annuncio della Fed, Draghi ha, dunque, parlato per tranquillizzare i mercati sul fatto che la Bce “non è ancora pronta a seguire la strada delineata dalla Fed” e ha aggiunto che “in termini di politica monetaria la stabilità dei prezzi è garantita e le previsioni economiche permettono ancora un approccio accomodante della politica monetaria”.

Per Draghi, però, “la politica monetaria è solo una piccola parte dell'agenda complessiva necessaria per una crescita sostenibile e la creazione di posti di lavoro” e “le riforme strutturali possono danneggiare alcuni interessi, ma rafforzano chiaramente l'efficacia, la competitività e l'equità delle nostre economie”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il