BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Iva 22% aumento a Luglio: slitta a Settembre 2013. Decisione oggi nel Consiglio dei Ministri Letta

Aumento Iva slitta di tre mesi: la misura in CdM



Saranno discusse oggi, mercoledì 26 giugno, in Consiglio dei Ministri, le misure necessarie a scongiurare l’aumento dell’Iva a luglio. L’aliquota che, a partire, come detto, dal primo luglio, dovrebbe salire dal 21 al 22%, sta provocando non pochi allarmismi.

Per questo il governo da tempo è a lavoro per trovare una soluzione per evitare che tale aumento entri in vigore. La misura che dovrebbe essere approvata oggi in Cdm prevede il rinvio dell'Iva di tre mesi fino a settembre. In questo tempo, intanto, si lavorerà per ristrutturare tutto il sistema delle aliquote.

Il ministro per gli Affari Regionali, Graziano Derio, ha precisato che si tratta di una soluzione temporanea, esattamente come quella dell’Imu, per cui è stato congelato il pagamento dell’acconto di giugno per le prime case in attesa di una riforma complessiva della tassa stessa sugli immobili entro il 31 agosto.

Il ministro Delrio ha, infatti, spiegato che “si sta lavorando per ridefinire il sistema delle aliquote, che dovrebbero investire anche le categorie merceologiche soggette all’aumento dell’Iva del primo luglio, tra cui alcune bevande come vino e birra, o, ancora le calzature, gli elettrodomestici, le tv e i personal computer”.

In realtà, l'obiettivo del governo è evitare l'aumento di un punto dell'Iva fino al prossimo anno, perché il premier Letta pensa che dall'autunno la strada per il Paese sarà meno in salita, grazie anche agli effetti sul gettito derivato dallo sblocco dei pagamenti della Pubblica Amministrazione alle imprese. Settembre si profila, dunque, come un mese ricco di appuntamenti che saranno fondamentali per la tenuta del Paese.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il