BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Consiglio dei Ministri: novità e misure ufficiali. Riforma lavoro, iva slittamento e carceri

Aumento Iva slittato ad ottobre e nuovo pacchetto lavoro: il CdM approva nuova misure



Un miliardo e mezzo di euro per le imprese che assumeranno e un piano assunzioni che dovrà riguardare circa 200mila persone: è stato, infatti, approvato il pacchetto di misure a sostegno dell’occupazione, soprattutto giovanile portato in Consiglio dei Ministri di oggi, da poco terminato.

Rinviato, inoltre, ad ottobre l’aumento dell’aliquota Iva dal 21 al 22% al prossimo ottobre e approvato il decreto Carceri per risolvere il problema del sovraffollamento. Soddisfatto dei risultati il premier Enrico Letta, che ha detto che punto chiave del pacchetto è proprio quello dell’uno, 5 miliardi di euro che “ha come priorità i giovani e loro inclusione sociale”.

Corposo il nuovo piano lavoro proposto, che interesserà soprattutto il Centro-Sud, ma in generale tutte le regioni di Italia. Il provvedimento sul lavoro prevede un incentivo fino a un massimo di 650 euro mensili per ogni lavoratore assunto a tempo indeterminato.

L'incentivo è istituito in via sperimentale, è destinato ai giovani di età compresa fra i 18 e i 29 anni e ha un valore complessivo di 800 milioni di euro. Per usufruire degli incentivi, i giovani devono essere privi di impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi; non avere un diploma di scuola media superiore o professionale, vivere soli con una o più persone a carico.

L'incentivo sarà corrisposto per un periodo di 12 mesi ed entro i limiti di 650 euro mensili per lavoratore nel caso di trasformazione a tempo indeterminato.

Ma il testo prevede anche agevolazioni per i soggetti con più di 50 anni di età, disoccupati da oltre dodici mesi. In via sperimentale, infatti, per gli anni 2013, 2014 e 2015 è stato istituito un fondo da 2 milioni di euro annui per consentire alle amministrazioni dello Stato, ‘di corrispondere, come si legge nel testo, le indennità per la partecipazione ai tirocini formativi’.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il