BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Conti correnti:costi sempre più alti.Spese e commissioni per bonifici,operazioni e carte di credito

Quanto costa mantenere oggi un conto corrente: i costi



Salgono i costi per mantenere i conti correnti in Italia: secondo quanto riportato da CorrierEconomia, dopo aver condotto un’indagine fra cinque grandi banche Unicredit, Intesa Sanpaolo, Mps, Ubi, Bnl, i tassi per chi va in rosso (senza avere un fido) schizzano al 24%; le spese di gestione arrivano alle stelle, con quelle per i bonifici che sfiorano gli 8 euro, come nel caso di Unicredit; le commissioni per saldare le bollette con l'addebito in conto arrivano a 4 euro (Bnl); quelle dovute per le tasse, come l'Imu, che raggiungono i 10 euro (Mps); 5 euro per le rate dell'affitto in contanti(Unicredit); 3 euro per ricaricare le carte prepagate (Bnl, in agenzia).

Sempre dai dati riportati, emerge che sono i depositi bancari tradizionali a costare sempre di più alle famiglie. Le spese maggiori risultano, comunque, quelle per i bonifici: quelli per cassa, cioè in contanti allo sportello (e su altra banca, in Italia) costano in media, nella nostra analisi, 5,8 euro.

Per saldare le bollette cash, la spesa media è di 2,7 euro, per versare la rata dell'affitto si pagano 2,5 euro se la si addebita in conto, e se per la delega unificata F23-F24 il costo è zero, negli altri casi la media è di 7,1 euro. Per i bonifici ripetitivi si pagano 2,8 euro, con il picco di 4,5 (Mps).

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il