BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Obbligazioni: previsioni analisti seconda parte 2013-2014

Come si muoverà il mercato nei prossimi mesi: il parere degli esperti



Azioni e obbligazioni ballano da qualche giorno, dopo l'annuncio da parte della Federal Reserve che a fine anno inizierà a ridimensionare la sua politica monetaria iper-espansiva.

Il presidente Ben Bernanke ha infatti detto che se l'economia continua a migliorare, la Fed inizierà progressivamente a ridurre gli acquisti di titoli di Stato creando moneta. Risultato: sono cadute le azioni, sono caduti i bond degli Stati Uniti ed è crollato anche l’oro.

Le reazioni sui mercati alle parole del presidente della Federal Reserve sono state diverse e non tutte positive. Secondo quanto riporta su CorrierEconomia Marco Vicinanza, direttore investimenti di Arca sgr, la società di gestione che 25 anni fa lanciò il fondo Arca RR, “Nei prossimi due o tre anni non prevediamo cadute catastrofiche dei mercati del reddito fisso, ma neppure un ambiente in cui sia possibile realizzare un significativo guadagno in conto capitale. Immaginiamo uno scenario un pò grigio, in cui gli investitori dovranno accontentarsi di un rendimento medio annuo del 2 o del 3%”.

Secondo Vicinanza, nel medio termine non dovrebbero esserci “bruschi aumenti dei tassi di interesse, che avrebbero un effetto disastroso sulle quotazioni dei titoli già emessi. E questo perché la ripresa è molto debole e l’inflazione in calo.

Di conseguenza i rendimenti, quando ricominceranno a crescere, aumenteranno di poco, in maniera graduale e senza strappi, dando ai gestori il tempo di intervenire con appropriate scelte di portafoglio”. Il consiglio migliore per proteggere, dunque, i propri investimenti sarebbe ridurre la durata media della vita di un portafoglio. 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il