BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Statali: esuberi, mobilità, precari, prepensionamenti, contratti PA. Piano Governo Letta 2013-2014

Pronto il piano esuberi 2013-2014: cosa si farà



Pronto il piano esuberi 2013-2014 stabilito dal governo. Entro la fine di questo mese, i ministeri e gli enti della Pa centrale dovranno decidere la sorte delle circa 7.800 eccedenze individuate nei propri organici.

Gli esuberi si concentrano in gran parte, circa 3.314, nell'Inps, che dopo la fusione con Inpdap (l'istituto previdenziale dei dipendenti pubblici) ed Enpals (spettacolo e sport); seguono i vari ministeri, con 3.236 persone; e gli enti pubblici non economici, come Istat e Aci, e gli enti di ricerca.

Il ministro della Pubblica amministrazione, Giampiero D'Alia, ha annunciato che “prima della chiusura estiva, il governo varerà una proposta organica per chiudere e definitivamente, nell'arco di tre anni, l'anomalia del precariato nella P.A. e recuperare al normale reclutamento i vincitori dei concorsi”.

In una intervista al Messaggero, il ministro ha spiegato che sul fronte degli esuberi “rispetto alle nuove piante organiche ne abbiamo oltre 7000. Il 40% sarà assorbito attraverso i prepensionamenti, il resto attraverso la mobilità. Per gli statali, il blocco delle retribuzioni nel 2014 non poteva essere evitato perché per riaprire i contratti servono 7 miliardi”.

Intanto, ha precisato, “prima dell'estate intendo convocare l'Aran e i sindacati per aprire la contrattazione sulla parte normativa dei contratti e penso si possa sostenere e ampliare la contrattazione di secondo livello. Lì è possibile recuperare risorse per migliorare la produttività”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il