BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Marche da bollo: aumenti Giugno 2013. Le tariffe nel dettaglio

Nuovi aumenti marche da bollo da fine giugno: quanto costano ora e cosa riguardano



Costi marche da bollo più alti da fine giugno: da martedì 25 giugno, infatti, con l’entrata in vigore della legge di conversione del Decreto legge 26 aprile 2013 n. 43, il prezzo dell’imposta di bollo è salito.

I nuovi aumenti per le marche da bollo sono stati stabiliti per recuperare 1,2 miliardi di euro per la ricostruzione in Abruzzo causati dal sisma e assicurerà 197 milioni di euro all’anno alle zone della regione colpite dal terremoto del 6 aprile 2009, dal 2014 al 2019.

Questa somma servirà a riparare gli immobili danneggiati o per l’acquisto di nuove abitazioni. Entrando più nel dettaglio, i prezzi delle marche da bollo passeranno da 1,81 e da 14,62 euro a 2 e 16 euro.

Nel settore degli immobili, per esempio, per i contratti di locazione e di comodato l’imposta sarà di 16 euro ogni 4 facciate (100 righe). L’aumento riguarderà i costi di scritture private, rogiti notarili, pubblicazioni matrimoniali, ricevute, quietanze, atti di notorietà in bollo, fatture e note di professionisti senza partita Iva. Saranno, invece, esenti, dal pagamento di questa imposta di bollo le ricevute degli oneri condominiali.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il