BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Btp, Bot, conti depositi Luglio 2013: alternative migliori Obbligazioni societarie e fondi a cedola

Bond societari e fondi a cedola al posto di Btp: come investire oggi. I consigli



Se con lo spread in discesa, era preferibile, come investimento, orientarsi verso i Btp, tanto che gli investitori per ottenere qualche manciata d'interessi in più guardavo ai titoli di durata un pò più lunga, come i Btp a 3 anni, che garantivano un rendimento netto di poco superiore all'1,5%, o i buoni con scadenza quinquennale (rimborsabili a giugno 2018) arrivavano al 2,55%, oggi è meglio preferire bond societari, azioni con forte dividendo o fondi a cedola come alternative ai Btp e ai conti deposito: questo il consiglio degli esperti sulla convenienza dei migliori investimenti del momento, come riportato su lastampa.it.

Se poi si vuole rimanere sui titoli di Stato, meglio scegliere quelli a scadenze brevi, che non superino, cioè, i cinque, sei anni. Per quanto riguarda le emissioni delle aziende, meglio guardare a quelle con una forte presenza sui mercati esteri come Luxottica o Campari.

Queste, infatti, possono rendere, se più brevi, intorno all1%, se con durate maggiori, superiori ai cinque anni, anche intorno al 4-5%. Bene anche le azioni: dopo l’annuncio della Federal Reserve, i bond sono crollati, ma le parole di Ben Bernanke di voler porre fine alla politica monetaria espansiva indicano anche una ripresa dell’economia americana, il che vuol dire crescita.

Pertanto, “Se ci sarà la ripresa, a beneficiarne sarà sicuramente il mercato azionario” secondo Corrado Caironi, Investment Strategist di R&CA Ricercaefinanza.it, primo social network italiano riservato ai promotori finanziari.

Bisogna, però, fare attenzione alle scelte operate, cercando di indirizzarsi soprattutto verso azioni che guardano, per esempio, al dividendo, cedola che le società periodicamente staccano a favore degli investitori.

Tra le migliori da scegliere, a Piazza Affari, per esempio, ci sono Eni e Snam Rete gas. Ma come alternativa di investimento si potrebbero scegliere anche i fondi a cedola, strumenti che piacciono agli investitori perché molto simili ai Btp. Si tratta di fondi di investimento che staccano cedole periodiche, come le obbligazioni, e che piacciono perchè sono molto semplici.

Bisogna, infatti, considerare un periodo di collocamento, in cui si raccolgono le sottoscrizioni; una data di partenza del fondo; una scadenza predeterminata, di solito a tre, cinque o sette anni al massimo, e il pagamento di interessi in genere ha cadenza semestrale, proprio come avviene con i Btp o i Cct.

I migliori fondi a cedola lanciati negli ultimi tempi sono per lo più obbligazionari, ma con profili differenti: possono essere, infatti, focalizzati sui titoli di Stato europei, sui bond delle società private, ad alto merito di credito, o sulle obbligazioni governative americane.

La convenienza di sottoscrivere fondi rispetto all'acquisto diretto di obbligazioni è proprio la possibilità di diversificare la parte obbligazionaria del portafoglio anche con una piccola somma.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il