BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Egitto: ultime notizie e aggiornamenti oggi 3 Luglio 2013. Morsi, scontri e video rivolta

Continuano scontri e manifestazioni in Egitto. In scadenza l’ultimatum dei militari



Manca poco alla scadenza dell'ultimatum di 48 ore dato dai militari alle forze politiche egiziane e soprattutto al presidente egiziano. Intanto proprio il presidente Mohamed Morsi è sempre più solo e assediato dai manifestanti anche nel palazzo dove si è trasferito per evitare le contestazioni.

Riferendosi all'esercito, lo invita a fare un passo indietro e di ritirare le sue richieste e ribadisce di non accettare diktat. Poi si rivolge direttamente agli egiziani dalla Tv di Stato per ricordare che le elezioni sono state libere e rappresentative della volontà popolare, e soprattutto che lui è stato il primo leader egiziano ad essere stato eletto democraticamente”.

Il presidente egiziano assicura: “Non farò nessun passo indietro” e si dice pronto a proteggere la democrazia “a costo della sua vita. Non lasciatevi rubare la vostra rivoluzione” e, pur ammettendo di aver commesso degli errori, invita gli egiziani a non attaccare le forze armate, la polizia e a non scontrarsi tra di loro.

E afferma la necessità che l'esercito torni alle sue “normali funzioni”. Intanto, mentre continuano manifestazioni e scontri, sale a 16 morti e oltre 200 feriti il bilancio degli scontri avvenuti vicino all'Università de Il Cairo.

Secondo quanto reso noto dal ministero della Sanità, alcuni uomini non identificati hanno attaccato un gruppo di seguaci del presidente egiziano Mohamed Morsi.

Il Consiglio Supremo delle Forze Armate egiziane (Scaf) intanto ha fatto sapere di essere pronto a morire per difendere il popolo dell'Egitto contro i terroristi o i radicali.

I fratelli musulmani vogliono proteggere la legittimità del primo presidente eletto e il portavoce della Fratellanza Gehad el Haddad ha postato su Twitter: ‘Il popolo egiziano non permetterà a nessuno di fare prepotenze alle loro scelte democratiche e rimarrà fermo davanti a chiunque minacci la legittimità’.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il