BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Saldi estate 2013: domani sabato al via. Sconti subito al 50%

Week end di saldi estivi: raccomandazioni e consigli



Sono già partiti il 29 giugno in Trentino Alto Adige e il 2 luglio in Campania i saldi estivi 2013 che in tutte le altre regioni di Italia inizieranno, invece, ufficialmente sabato 6 e domenica 7 luglio.

Si prospetta un week end all’insegna dello shopping in Valle D’Aosta, Trentino al Adige, Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna, Liguria, Toscana, Umbria, Veneto, Lazio, Marche, Umbria, Molise, Abruzzo, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia e Sardegna. Insieme all'avvio degli sconti, arrivano puntuali anche le raccomandazioni anti-truffa.

Innanzitutto, la merce in saldo non può superare il 50% di sconto, come indica Codacons, e quest'anno, visto un anno di vendite davvero preoccupante, i ribassi potrebbero essere sin da subito fino al 50%, per incoraggiare gli acquisti.

Il consiglio come sempre è quello di acquistare in negozi che espongono chiaramente il prezzo iniziale della merce, la percentuale del saldo e il prezzo finale. Meglio, dunque, rivolgersi a negozi di fiducia o che forniscono chiaramente tutte le informazioni al consumatore. Adiconsum ricorda, inoltre, che gli esercenti devono rispettare i pagamenti con carta di credito.

L’Associazione spiega, infatti, che se un negozio ha sempre accettato pagamenti con bancomat e carte di credito non può assolutamente tirarsi indietro in tempo di saldi.

Se gli esercizi in questione espongono il relativo logo, hanno l'obbligo di accettare dai propri clienti pagamenti con moneta elettronica. Secondo le previsioni del Codacons, quest'anno gli acquisti nel periodo dei saldi caleranno notevolmente, meno della metà delle famiglie potrà permettersi acquisti durante i saldi e gli italiani spenderanno mediamente 165 euro, cifra decisamente minore rispetto allo scorso anno. E questo sarà l’ennesimo effetto della crisi economica che sta fortemente attanagliando il nostro Paese.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il