BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Imu 2013 prima casa: no abolizione. Non sarà cancellata totalmente con piano Governo Letta-Saccomani

Fmi a Italia: “L’Imu non va cancellata”



L'Fmi ha tagliato dal -1,5% al -1,8% le  stime sul Pil italiano del 2013. Ha alzato quelle per il 2014 dal +0,5% al +0,7%. Sostiene, inoltre, che la ripresa è attesa a fine 2013, sostenuta dall'export e da una modesto miglioramento degli investimenti e che le prospettive di crescita restano deboli, la disoccupazione a livelli alti in modo inaccettabile e la fiducia del mercato ancora debole.

Inoltre, l'Fmi si schiera contro la cancellazione dell'Imu sulla prima casa, perché “La tassa sulla proprietà sulla prima casa dovrebbe essere mantenuta per ragioni di equità ed efficienza e la revisione dei valori catastali accelerata per assicurare l'equità. La priorità deve essere data ad aumentare la bassa occupazione dell'Italia, soprattutto di giovani e donne”.

Non ci sarà, dunque, l'abolizione completa della tassa sulla prima casa e anche la manovra sull'Iva sarà più articolata di quanto previsto. Anche Kenneth Kang, uno dei direttori del dipartimento europeo del Fondo monetario internazionale, presentando il rapporto sull'Italia, ha detto che “L'Imu andrebbe mantenuta” e ha aggiunto, però, che l'Italia dovrebbe rivedere il sistema catastale per andare nella direzione di un sistema più equo e giusto.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il