BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Saldi estate 2013 Milano, Roma, Napoli, Torino, Bari, Bologna: date inizio e fine

Da domani al via i saldi 2013: previsioni



Al via domani, sabato 6 luglio, e domenica 7 la stagione dei saldi estivi 2013 in tutte le regioni di Italia. Da Nord a Sud inizia, dunque, domani la corsa all’occasione per l’acquisto di qualcosa di nuovo o tanto desiderato ma a prezzi scontati.

In Trentino e in Campania la corsa allo shopping è già iniziata da qualche giorno. e proprio alla vigilia del via ai saldi, il Codacons ricorda consigli utili per effettuare buoni acquisti: innanzitutto conservare lo scontrino perchè il negoziante è obbligato a sostituire l’articolo difettoso anche se dichiara che i capi in saldo non si possono cambiare.

Se il cambio non è possibile, ad es. perché il prodotto è finito, si potranno riavere indietro i soldi. Si ha un tempo di due mesi, e non 7 o 8 giorni, per denunciare il difetto.

Bisogna poi prestare attenzione al fatto che la merce posta in vendita sotto la voce Saldo sia effettivamente l’avanzo della stagione che sta finendo e non fondi di magazzino; meglio poi andare in giro per negozi a cercare quello che vi interessa segnandovi il prezzo in modo da poter verificare una volta partiti i saldi che lo sconto sia stato effettivamente; diffidare poi di sconti superiori al 50%, perché spesso si rifanno a merce non proprio nuova, o prezzi vecchi falsi; infine, meglio non effettuare acquisti nei negozi che non espongono il cartellino che indica il vecchio prezzo, quello nuovo ed il valore percentuale dello sconto applicato.

Il prezzo deve essere , infatti, esposto in modo chiaro e ben leggibile. Secondo Confesercenti Toscana, le famiglie per i saldi di fine stagione spenderanno molto meno, infatti, si calcola un budget che non supera i 150 euro una quota che diminuisce dal 13% al 7%.

Il presidente Massimo Vivoli ha affermato: “Vogliamo anzi desideriamo una svolta, un cambio di rotta per questi saldi estate 2013, altrimenti si verificherà un peggioramento della qualità della vita”.

Dello stesso parere anche Gianni Gravante vicepresidente nazionale di Federmoda e della Confcommercio che auspica: “Dobbiamo sperare in un cambiamento con i saldi estate 2013, il settore dell’abbigliamento e quello automobilistico sono in forte crisi, crisi nata dalla volontà di risparmiare per l’attuale situazione”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il