BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Detrazioni lavatrici, condizionatori, frigoriferi e arredamento 2013: le istruzioni e regole

Le regole da seguire per ottenere i bonus elettrodomestici e mobili



Qualche giorno fa il Senato ha dato il via libera al bonus per le detrazioni fiscali per caldaie, pompe di calore e grandi elettrodomestici l'Agenzia delle Entrate ha dato le prime indicazioni per richiedere i bonus fiscali legati alla ristrutturazioni.

L’emendamento prevede detrazioni del 50% per mobili, lavatrici, lavastoviglie e frigoriferi ed estende il bonus non solo come inizialmente annunciato agli elettrodomestici da incasso.

Previste anche detrazioni del 65% per le pompe di calore e le caldaie che varranno, però, solo per l'edificio soggetto a lavori di ristrutturazione. La proroga delle detrazioni al 31 dicembre è prevista anche per l'acquisto degli arredi, per un massimo di 10mila euro in aggiunta ai 96.000 euro iniziali.

Per richiedere gli eco bonus, l' Agenzia delle Entrate ha chiarito che i per avere diritto alla detrazione, l'intestatario dei lavori di ristrutturazione dovrà eseguire i pagamenti mediante bonifici bancari o postali e dovrà riportarvi la causale del versamento attualmente utilizzata dalle banche e da Poste Italiane Sps, per i bonifici relativi ai lavori di ristrutturazione fiscalmente agevolati; il codice fiscale del beneficiario della detrazione; e il numero di partita Iva ovvero il codice fiscale del soggetto a favore del quale il bonifico è effettuato.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il