BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Imu 2013 prima casa: chi deve pagare con Governo Letta. Cancellazione o detrazioni. Il piano

Niente stangata sui villini e abolizione Imu prima casa ma non per tutti: cosa cambierà?



Abolizione Imu sulla prima casa e nessuna stangata sui villini: dovrebbero essere queste le modifiche sulla tassazione sugli immobili. Il ministro per i Rapporti con il Parlamento, Dario Franceschini, ha confermato: “L'Imu sulla prima casa sarà abolita ma non per tutti. E sull'Iva si può immaginare un ridisegno più equo delle aliquote tra il 4, il 10 e il 21%”.

Sull'Imu, il ministro dice: “Sappiamo che l'esenzione per la prima casa è una priorità per il Pdl, quindi si farà, ma in modo ragionevole. La sospensione del pagamento finora non ha riguardato le case di lusso: per esempio si può intervenire in tal senso, senza toccare in alcun modo le villette bifamiliari dei pensionati.

Poi, per l'Imu sulla seconda casa, bisogna immaginare un trattamento differenziato per le seconde, terze, quarte o quinte case. La logica deve portare ad una eliminazione dell'Imu prima casa dentro un disegno complessivo della fiscalità sugli immobili che coinvolga anche i comuni”.

Il sottosegretario Pierpaolo Baretta ha poi precisato che “Le ipotesi allo studio sono due: togliere completamente l'Imu sulla prima casa oppure rimodularla. Sia nel primo caso che nel secondo l'edilizia popolare non verrà penalizzata”.

Ma restano divergenza all'interno della maggioranza tra chi, come il Pdl, vuole l'abolizione totale della tassa sulla casa e chi, come il Pd, vuole una rimodulazione sostenere soprattutto le fasce più svantaggiate, quelle con redditi medio bassi, con nuclei familiari numerosi o con case di valore modesto.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il