BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Imu 2013: capannoni, aziende, negozi deve essere ridotta non solo su prima casa. Piani Governo Letta

Imu prima casa ma anche riduzioni per capannoni e negozi: gli impegni del governo



Ridurre l'Imu sulla prima casa e sugli immobili strumentali delle aziende (capannoni, negozi e terreni): Flavio Zanonato (ministro per lo Sviluppo economico) indica le prossime tappe di intervento sulla tassazione per gli immobili, precisando “Evitare l'incremento di un punto dell'Iva e intervenire per ridurre l'Imu sulla prima casa delle famiglie e sugli immobili strumentali delle aziende, su capannoni, negozi e terreni. Si può intervenire in tal senso, senza toccare in alcun modo le villette bifamiliari dei pensionati”.

Dunque, “la riforma della tassa sugli immobili che dovrà essere varata entro il 31 agosto conterrà sicuramente anche interventi per agevolare capannoni, negozi, terreni, ovvero gli immobili strumentali che sono la prima casa di voi imprenditori”, ha detto Zanonato parlando all'assemblea degli imprenditori di Torino.

Si tratta di un provvedimento pensato ad hoc per le imprese, perché, a parte quelle pensate per specifici settori produttivi o territoriali, queste non godono di particolari agevolazioni fiscali.

Qualche giorno fa poi il ministro per i Rapporti con il Parlamento Dario Franceschini aveva dichiarato: “Sappiamo che l'esenzione per la prima casa è una priorità per il Pdl, quindi si farà, ma in modo ragionevole”.

Il piano del governo Letta è dunque quello di intervenire per rimodulare l’imposta sulla prima casa ma anche pensando ad eventuali riduzioni per capannoni, aziende e negozi. Secondo il  ministro Zanonato, “La cultura del rigore, quando non è associata ad altro, deve essere superata: sembra che inizi ad essere superata anche nella testa dei non pochi decisori a Bruxelles”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il